Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2011

Eccomi qua, ancora una volta. Scusate l’assenza, ma a volte la vita ci regala eventi inaspettati…

Sabato io e Vera ci siamo viste. Era passato un mese dall’ultima volta. Viviamo nella stessa regione, ma da casa mia a casa sua ci sono 297 km (solo andata) quindi è un po’ complicato vederci spesso. Il problema più grosso però si chiama: euro. Per vederci a metà strada spendiamo circa 35 euro in due…io non lavoro, lei poco…insomma non è facile, ma teniamo duro.

Come dicevo sabato ci siamo viste. Lei è sempre più bella. Ha quegli occhi belli, luminosi…l’odore della sua pella scatena in me qualcosa che non si può dire perchè mi leggono anche i minori di 18 anni. Ogni volta che ci incontriamo a metà strada la domanda è sempre la stessa: ‘che faremo?’…stare a zonzo tutto il giorno è pesante. Sabato finalmente abbiamo trovato la soluzione senza volerlo: libreria.

Ebbene si, abbiamo trascorso un sabato strepitoso in una famosa libreria. Ecco un po’ cos’è successo. Dopo aver mangiucchiato un po’ un bisogno fisiologico ha preso possesso delle nostre menti. Dove andare? In libreria. Far pipì nei bagni della libreria ha il suo fascino. 😉


Siamo andate nella libreria da boicottare perchè era la più vicina e visto che c’eravamo abbiamo iniziato a sbirciare qualche libro. Ne cercavo uno in particolare e, poichè non lo trovavo, ho chiesto alla commessa. Mi sono quindi seduta e ho sfogliato. In genere, la gente lascia i libri che ha preso dagli scaffali sul tavolo. Io presa dalla mia pigrizia volevo fare la stessa cosa, ma Vera mi ha spronato a rimetterlo al suo posto. Mentre lo riponevo nello scaffale sento una voce che mi dice: ‘grazie’. Mi fermo. Mi giro ed era la commessa con un gran sorriso: ‘grazie -ripete – davvero gentile a rimetterlo a posto’. L’educazione e la delicatezza non hanno prezzo.

Poi siamo andate in un’altra libreria, più bella e più trafficata dell’altra. In questa libreria ci sono delle deliziose poltroncine. Io e Vera abbiamo preso un libro ciascuno e…abbiamo letto…non so se si possa fare…leggere un intero libro dico…ma noi l’abbiamo fatto…erano manuali, quindi scorrevoli…ma ci siamo divertite un mondo!

Ogni tanto scambiavamo qualche parola, due risate, ci scambiavamo i libri per leggere qualche citazione…pomeriggio rilassante e bello…bello quasi quanto lei!

 

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

Ebbene si…nell’aria si avverte il profumo di autunno. Anche quest’estate è volata, per fortuna…

Per onorare l’autunno sto preparand una pasta con funghi, piselli, cipolla e granulato di soia. Alla fine quando sarà nel piatto aggiungerò dei dadini di pomodoro fresco.

ricetta:

funghi secchi

piselli (io ho usato quelli surgelati)

cipolla

granulato di soia

olio q.b. per il soffritto

sale q.b.

pomodoro fresco

bisogna semplicemente preparare tutto singolarmente. Poi mettere l’olio il padella, cipolla, piselli, ecc….quando la pasta è pronta (ovviamente io consiglio sempre la pasta integrale) schiaffatela in padella…et voilà.

Non sono uno chef, ma che ve lo dico a fare…lo sapete già!

Read Full Post »

Non commento. Vi giro solo questo articolo:

Chi è quello lì? Dice che gli omosessuali non devono esistere! Forse non ho capito bene, dice che esistono, ma non hanno alcun diritto e non devono averne, perche gli unici ad avere diritti e a poter acquisirne maggiormente (essendo favoriti-agiati nella nostra società) sono coloro che creano la famiglia; e per famiglia intende l’accoppiamento d’un maschio e d’una femmina con la conseguente sfornata di bambini!

articolo su gionata.org

Read Full Post »

La mia salute non va molto bene…cerco di distrarmi, di non pensarci, ma ogni movimento diventa un’impresa titanica. …e la mia Vera è troppo lontana.

L’altro giorno riflettevo sul fatto che ci siamo conosciute virtualmente a fine gennaio…e da allora non è passato giorno senza sentirci, in un modo o  in altro…all’inizio ci scrivevamo email, fremevamo per trovarci in chat, poi al telefono.

Lei mi ha ridonato la pace che avevo perso. Lei mi ha fatto ricredere sulla verità dell’amore, che esiste ancora, che è difficile magari da gestire e da vivere, ma c’è. A volte ci ritroviamo a ‘fantasticare’ sulla nostra vita insieme. Un lavoro che ci permetta di vivere dignitosamente senza troppo stress, una casetta piccola ma non troppo dove vivere insieme e un comodo divano per scambiarci le coccole a fine serata. Lei mi dice che quando vivremo insieme le verrà più semplice mangiare vegan…e questa cosa mi fa sorridere perchè le ho fatto leggere qualcosa…ma non le ho mai chiesto di diventare vegana…al massimo le ho proposto di provare a mangiare vegetariano.

In questi giorni pieni di acciacchi vorrei tanto averla qui e poter stare tra le sue braccia, con la testa sul suo morbido seno. Che donna meravigliosa che è! Fisicamente toglie il fiato…ha delle linee morbide…due occhi puliti e una bella testa che ragiona. Io sono così fiera di lei!

Vorrei tanto che ciascuno di voi la conoscesse perchè è davvero un bel tipo…chissà magari un giorno…se passate di qua…

Read Full Post »

Ci stiamo preparando?

Read Full Post »

No, non è una mia frase…però mi piace…

Oggi mi sento un po’ triste, quindi mi permetterò di tirar fuori pensieri un po’ a casaccio dal mio cappello.

Quando conobbi N. me ne innamorai subito. Subito e in modo strano. La vidi in foto e impazzii per lei. La corteggia come mai avevo fatto prima. Pensavo di averla conquistata…o che, quanto meno, col passare del tempo avrebbe potuto imparare ad amarmi. Fino ad allora avrei amato io per due. Mi voleva un gran bene. Ma non mi amava. Poi mi lasciò. Mi sentii morire. Avevo attacchi di panico. Dicevo:’ non amerò più’. Qualcuno mi incitava ad odiarla. Ma come si può odiare una persona che non solo ho amato profondamente, ma che mi ha insegnato cosa significhi esser donna, e mi ha sostenuta quando non capivo ancora chi ero veramente. Come odiare una persona che con me è sempre stata onesta…A distanza di quasi un anno da quando mi ha lasciata…sento che mi lega a lei ancora un profondo affetto…e se oggi sono quella che sono…e se oggi amo Vera con tutta me stessa è anche grazie a lei.

Vera…la mia Vera. Voglio sposarla. Voglio provare a costruire con lei qualcosa di bello, di semplice e di stabile. Ci riusciremo? Non lo so. Quello che so’ è che oggi io l’amo. Mi spiace solo che debba vivere con me la mia condizione di salute precaria. In questi giorni non sto  bene. Lei è sempre così attenta, così presente…e a me fa male pensare che ….che spesso dovrà fare lei il lavoro per due…lei dice che mi ama e che va bene così, ma a volte ho paura che il pegno da pagare sia esagerato.

Oggi sono triste. Domani è un altro giorno.

Read Full Post »

Older Posts »