Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2011

…sembra il titolo di una fiaba….è l’animaletto che ieri ha catturato la mia attenzione

I Fasmoidei devono il loro nome scientifico (dal greco Phasma, fantasma) al singolare caratteristico aspetto esteriore, la cui importanza può essere valutata appieno soltanto osservando questi insetti nel loro ambiente naturale.
Il capo è piccolo, le zampe hanno lunghezza varia, di solito tanto lunghe quanto più è lungo il corpo. Le ali, quando esistono, hanno l’aspetto di tegmine, che sono sempre più brevi delle ali posteriori, che a riposo si ripiegano a ventaglio. Mancano di organi stridulanti, ma, esistono, sebbene poco sviluppati, organi acustici tibiali.
Allo stadio di immagine i Fasmoidei vivono su arbusti e alberi, ove riescono a sottrarsi al nemico mimetizzandosi abilmente tra la vegetazione; ciò è possibile sia per la forma del loro corpo (simile ad un ramo o ad una foglia), sia per la capacità che hanno di assumere atteggiamenti e colorazioni criptiche con l’ambiente circostante.
Quando vengono disturbati, non reagiscono tentando di fuggire o di difendersi ma continuano a conservare una perfetta immobilità; se si toccano leggermente sulla parte inferiore delle zampe cadono in uno stato di rigidità. A causa delle loro dimensioni ogni movimento compiuto alla luce del giorno finirebbe e per rivelarne la presenza e annullare il loro mimetismo.Un ulteriore adattamento alla difesa personale è la loro capacità di variazione fisiologica di colore, tipica di alcuni Fasmoidei, che cambia da chiara durante il giorno a scura durante la notte. Dopo essere percepito dagli occhi il ritmo nicrimentale è fissato nel sistema nervoso, e da questo trasmesso all’intero organismo.
L’insetto stecco è vegetariano, come tutti i Fasmidi, è attero, le femmine possono raggiungere anche gli 11 cm di lunghezza, i maschi, invece, sono più piccoli e rarissimi. Infatti la partenogenesi è molto frequente: le femmine depongono le uova proiettandole lontano da sé mediante un apposito ovopositore.
Sono insetti a metamorfosi incompleta (paurometaboli), la larva appena schiusa somiglia all’adulto, salvo la totale assenza di ali.
La maggior parte dei Fasmoidei  è di origine tropicale solo Bacillus rossii si è spinto sino all’Europa meridionale, in Italia si trova nel Mezzogiorno
.

interamente tratto da: http://www.naturamediterraneo.com/insettostecco/

Read Full Post »

Oggi ho deciso di andare in campagna in cerca di castagne. Abbiamo ereditato dai nonni un piccolissimo appezzamento di terreno, molto scomodo direi, ma che ha 3 alberi di castagno (assieme ad un albero di fichi, qualche albero di ulivo e forse nespole).

Intanto non avevo mai riflettuto sul fatto che ci potessero essere dei fichi in quel terreno scosceso…quindi sono anni che mi perdo la possibilità di nobili scorpacciate di fichi neri! Rimedierò il prossimo anno!

Armata di guanto e paniere sono andata fin su…dove c’erano questi adorabili alberi. Non vi dico la gioia nel vedere che tutto il terreno era coperto di castagne…grosse castagne! Ne ho raccolto un totale di circa 20 chili (ma non da sola!).  E qui una serie di riflessioni.

Gli alberi donano le castagne gratuitamente e con generosità. Al supermercato ce le fanno pagare a peso d’oro. Noi siamo abituati a mangiare castagne ‘a mo di spizzico’, dopo cena, o nel pomeriggio davanti al camino, mentre dovremmo farne un sostituto di un pasto principale.

Ho scoperto proprio oggi che 100gr di castagne hanno circa 163 calorie. Ho scoperto che il frutto del castagno non è la castagna, ma il riccio e che la castagna è il seme. Questi semi ricchi di carboidrati, sali minerali (potassio, calcio, ferro, sodio, magnesio, fosforo, cloro) e vitamine (C, B1, B2, B6, PP), sono particolarmente utili in caso di anemia, stanchezza, stitichezza ed esaurimento fisico e psichico.

E noi che le snobbiamo!!

Poi, mentre ero intenta nella mia raccolta, ho notato una cosa: osservando un pezzettino di terreno, ho notato che era popolatissimo di animaletti! Uno mi ha colpito in modo particolare. Era una specie di grillo, ma lungo lungo (quanto una mano in lunghezza) e sottilissimo, di color senape…sembrava un pezzetto di legno. Se non si fosse mosso, non l’avrei mai visto. Sono rimasta incantata. Quanta popolazione! Quale spettacolo della natura! Il più grande spettacolo dopo il bing bang direbbe Lorenzo Jovanotti.

La natura ci offre spettacoli gratis…peccato non goderne.

ecco le mie castagne…

Read Full Post »

La mente e il corpo – dice la psicologia moderna – rispondono alle immagini mentali proprio come fanno con le immagini reali.

Visualizzare – precisamente, più volte – un’azione che vogliamo compiere è già un passo importante verso il compimento dell’azione; se un obiettivo ci pare difficile difficile, rappresentare mentalmente il raggiungimento di questo obiettivo (purchè realistico) ci avvicina al suo conseguimento.  Per potenziare una visualizzazione è però necessario rendere quanto più realistica possibile l’immagine rappresentata mentalmente. Più realista è la sua visualizzazione, più profondo sarà il suo effetto sulla pratica.

tratto da yoga journal n.52/2011

 

 

Read Full Post »

“AMA”, “RESPIRA PROFONDAMENTE”, “FA’ UNA COSA AL

GIORNO CHE TI SPAVENTA”, “BALLA”, “CANTA”, “USA IL

FILO INTERDENTALE”, “VIAGGIA”.

SOSTITUISCI ‘DOVREI’ CON ‘LO FACCIO ORA’. “RICORDA

CHE GLI AMICI SONO PIU’ IMPORTANTI DEI SOLDI” E CHE

“LO STRESS E’ DETERMINANTE NEL 99% DELLE MALATTIE”

Read Full Post »

Lo dico da tempo: mangiare sano e fare attività fisica sono un investimento per il futuro. Prendersi cura di se dovrebbe permetterci di vivere una vita non troppo carica di malattie. Dovrebbe, poi non sappiamo. Quando qualcuno mi dice che di qualcosa si deve pur morire, rispondo che comunque io non sto cercando il modo più cruento. Quello che verrà, verrà, di certo io non me le tiro dietro.

Da tempo cerco di fare un piano di investimento per così dire e non è sempre facile. E’ vero mangio vegan, ma mangio anche tanta frittura (che è la base della cucina di mamma e di nonna e, per la proprietà dei vasi comunicanti, anche mia). Da un po’ mi sono data allo sport. Prima andavo a camminare, da un mese mi sono iscritta in palestra. Sono entusiasta!

Faccio due giorni di cardiofitness e uno di pilates. Poi, quando riesco, vado anche a camminare. Mi sono messa proprio d’impegno! Questo perchè inizio a vedere i risultati. No, non ho perso VENTORDICI CHILI in un mese. Si e no ho perso due chili, però ho perso qualche centimetro. Poi noto che il mio fiato migliora di giorno in giorno.Tra l’altro, durante l’ultima lezione di pilates, sono pure riuscita a toccarmi  le punte dei piedi. Per me è una grande conquista, vista la mia salute e il pancione che mi ritrovo!

Per il momento non condivido con voi le mie misure, magari la prossima volta vi aggiorno nel dettaglio.

Vorrei solo, adesso, aprire una piccola parentesi sulla camminata. Chi dice si. Chi dice no. Chi dice almeno 40 minuti. Chi tutti i giorni. Io credo che se c’è da perdere peso 15 minuti al giorno ovviamente non bastano. Bisognerebbe spingere piano piano fino a raggiungere almeno 50/60 minuti. Qualcuno dirà: ‘come faccio io che non ho tempo?’. Intanto dico: meglio 15 minuti che niente proprio. E ancora: mollate l’automobile sotto casa. Uscite a piedi tutte le volte che potete. Scordatevi di avere la macchina. Evitate l’ascensore (anche se state all’undicesimo piano) oppure fermatelo uno o due piani prima del vostro, in modo da fare un po’ di scale a piedi. La domenica, quando siete liberi, invece di andare al centro commerciale (lo so piace anche a me), andate al parco a fare una passeggiata. Anche se c’è freddo. Soprattutto se c’è freddo. E’ un toccasana.

Read Full Post »

Come forse avete capito, sono una che ama molto internet. Sono iscritta in vari forum, ne gestisco uno assieme ad altre persone, e sono iscritta su fb. Su facebook e in tante pagine che fb offre. Ovviamente sul web si trova di tutto. Ma questo tutto credevo avesse un limite, invece non ce l’ha.

Mi sono imbattuta tempo fa su una pagina che si chiama ‘spondilite anchilosante’. Apparentemente è una pagina in cui, chi è affetto da questa patologia, si confronta e cerca sostegno…in realtà è una pagina degna di un libro di pischiatria. La fondatrice è semplicemente una cretinetta, che per riempire il suo ego ha fondato questo gruppo. Tanti degli iscritti la venerano, le mandano cuoricini e le dicono parole dolci. Credono che lei sia così buona e sensibile, che si occupi di loro. In realtà a lei,  il gruppo,  serve solo per alimentare se stessa e sentirsi forte del fatto che gli altri stanno più male di lei.

Oltre a questa idiota col cognome campano che si definisce guerriera, ci sono delle strane categorie di ominidi. Ci sono i malati immaginari che non accettano il fatto di star bene. Ci sono poi i malati (quelli veri) che vogliono essere compiaciuti  e commiserati e poi c’è la categoria di persone che non sono malate di spa e che, non avendo un cazzo da fare, scrivono per offrire la loro spalla, dicendo che loro ci sono per noi e che ci ascoltano. Ora dico: ma chi cazz te la chiesto?

Non so quale di queste categorie sia più infima e pericolosa. Scrivo queste righe per darvi un consigli: se vi imbattete in questa pagina, scappate dalla via più breve. Esistono forum e pagine serie e valide,  con quella gentaglia non dovete averci a che fare…secondo me la fondatrice puzza pure…

Read Full Post »

Questa mattina all’interno del programma StorieVere di rai 1 si è parlato di alimentazione. Il titolo era Carnivori o Vegetariani? Io l’ho seguito e sono molto incazzata.

E’ stato un continuo cercar giustificazioni all’alimentazione carnivora e i condutturi non sono degni neanche di esser definiti tali, visto che non sono stati in grado di condurre nulla Hanno fatto un sacco di battute su quanto amino mangiare la carne.

Altra cosa: sul loro sito era aperto il sondaggio: carnivori o vegetariani? Loro hanno comunicato che avevano vinto i carnivori col 66% ma come posso dimostrare io con la foto in basso era esattamente il contrario.

Vogliamo dire la nostra a questi signori?

Intanto c’è da vedere la puntata: Carnivori o Vegetariani?

poi c’è da scrivere qui il nostro disappunto.

E ancora, per ultima cosa, far girare questa notizia..

e ora, ecco a voi, la foto:

Read Full Post »

Older Posts »