Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘lesbian love’

Ieri per caso, cazzeggiando su youtube ho scoperto che c’era (sottotitolata ovviamente), la seconda stagione di LIP SERVICE, telefilm pieno zeppo di lesbiche. Non vi dirò nulla su questa seconda serie per non rovinarvi la visione semmai voleste vederlo, però voglio dirvi cosa penso:

Io sono fiera di essere me stessa. Fiera di essere una persona semplice e profondamente innamorata. Chi di voi ha avuto modo di conoscermi, anche se solo virtualmente, sa di cosa parlo.

Cosa c’entra Lip Service con me? Beh, anche se surreale come telefilm mi fa sognare un mondo diverso, dove possiamo vivere la nostra identità senza schemi, senza paure, senza copioni da recitare…

Sono felice di ciò che sono: sto costruendo una vita semplice, fatta di cose semplici, con la donna che amo ogni giorno di più….

 

Buona notte….

Annunci

Read Full Post »

Io e Vera siamo frequentatrici assidue di librerie (ma questo lo sapete già) . Da quando ci conosciamo, faceva sempre riferimento ad un libro che voleva leggere  ma di cui non ricordava il titolo. Ricordava solo una vaga copertina. A distanza di tempo, sempre nei nostri giri in libreria, l’ha trovato e abbiamo iniziato a sfogliarlo, sedute sulle poltrone comodose.

Ho deciso di comprarlo, perchè mi appassionava. Lei invece, dopo aver letto qualche riga, capisce che non le piace.

L’ho letto due volte e ogni volta mi sono commossa ed emozionata. Ci sono frasi così forti, così belle, così vere, che non capisco come un libro cosiì a tematica lesbo, sia stato scritto da un uomo!

Il libro parte piano, a piccoli passi…poi si trasforma in forza, in desiderio, in voglia di vivere. Il finale mi ha un po’ delusa. E’ come se l’autore avesse esaurito tutta la sua energia nelle parti precedenti e avesse fretta di finire di scrivere. Troppo spicciolo. Avrei voluto leggere qualcosa in più.

Invito tutti a leggerlo. Merita. Che siate etero, omosessuali o quello che volete. Leggetelo. E’ capace di far provare forti emozioni.

Cosa?

Uh giusto!!! Non vi ho detto il titolo: LE MILLE BOCCHE DELLA NOSTRA SETE di Guido Conti.

Read Full Post »

Mi tocca vero?…Anche io devo scrivere qualcosa sull’anno appena trascorso e su quello che verrà. Ma devo proprio?? Ok, ok…Lo faccio.

Il 2011 è stato un anno interessante sotto tanti aspetti: ho conosciuto Vera, mi sono laureata…E queste due cose insieme hanno iniziato a farmi vedere la vita in modo diverso. In quest’anno appena trascorso ho capito che la vita è un gran casino. Prima vivevo nel mondo delle fiabe. La vita invece è fatta di bollette da pagare, di iva che aumenta. La vita è fatta di scelte. Stare con Vera è una scelta forte…Decidere di voler costruire insieme qualcosa fa tremare le gambe.
Ci sarebbe da farsi venire un attacco di panico se non fosse per … Erbaviola. Già già…Quella tipa col visino da angioletto che quando s’incazza …Signur! te ne puoi scappare.
Cos’ha fatto e cosa fa per non farmi venire attacchi di panico?? Ha scritto ‘scappo dalla città’ e mi ha fatto capire che la vita non è fatta solo di consumi, di denari spesi, ma di tanto altro. Certo è vero che se io risparmio con l’autoproduzione e poi mi aumentano le tasse non è una cosa simpatica…Però io sono ottimista…Io credo che le cose per me andranno bene…Davvero bene.

In quest’anno trascorso ho detto addio a tante persone che credevo fossero amiche. Persone che credevo serie ed equilibrate, con padronanza dei propri pensieri. Persone coerenti e radicali (visto che sbandierano di esserlo). Ho detto loro addio perchè non mi interessa avere attorno ‘gentaglia’.

Per questo nuovo anno che è appena iniziato ho una serie di buoni propositi:
1) non avere aspettative nei confronti di altri che non siano me stessa e, in questo caso, ragionare ‘a step’ e non pretendere miracoli dalla mia testolina.
2) incrementare le mie porzioni di frutta.
3) incrementare l’attività fisica.
4) diventare più ordinata (almeno un pochino)
5) dare un taglio col passato e metter via tutto il superfluo e le cianfrusaglie
6) dedicarmi di più alla lettura
7) imparare a contare fino a 31 prima di aprire bocca.
8) smettere di lamentarmi della stupidità della gente.
9) ringraziare tutte le persone che mi amano, mi stimano e mi sopportano.
10) non rompere sempre le scatole alla mia Vera con domande fisse tipo ‘mi ami?’

sono dieci semplicissimi punti. Posso farcela! 🙂

ma ora andiamo avanti e parliamo di questo fine settimana trattino fine anno assieme a Vera. È arrivata ieri, dopo sei ore di viaggio. Tesoro mio, neanche vivesse chissà dove! Abbiamo trascorso la serata giocando con la kinect assieme ai miei genitori (eheh esatto). Colazione a letto ecc. Come avevo pensato…Solo il bagno caldo non è stato possibile per ragioni di tempo…
Abbiamo trascorso delle ore molto semplici e belle…Semplici e belle come noi!

Di seguito la foto delle mie scaloppine di seitan ai funghi. Perdonate la foto, è proprio orribile, ma non ho saputo fare di meglio.

Prima di salutarvi desidero dire ancora una volta che il cardinale paolo romeo ha perso l’ennesima occasione per stare zitto. È grazie a questa gentaglia che la gente soffre e resta imbrigliata in ragionamenti privi di fondamento scientifico e naturale..

Read Full Post »

La cucina economica è accesa da un pezzo. Continuo a metter legna per mantenerla ad una temperatura alta. La pentola con il mio seitan autoprodotto numero 3 bolle.
Mi sto affinando nella preparazione.
La farina manitoba l’ho comprata euro 1, 09, (un chilo), la farina di grano duro sarà costata 20 centesimi (mezzo chilo, ma ne ho comprati 5 chili direttamente al mulino).

Stamattina ho preparato l’impasto.

Ho impastato una decina di minuti. Poi ho coperto questa enorme palla con dell’acqua e l’ho lasciata riposare circa 3 ore.

Solo dopo ho iniziato il processo di ‘pulitura’ sotto l’acqua. È la parte più stancante (viste le mie condizioni attuali), ma va bene cosi.


Ho messo tutto in un panno, e via a cuocere con brodo vegetale e salsa di soya.
Adesso è li che cuoce…durante la prima quasi ora il panetto è stato arrotolato, dopo l’ho tirato fuori e ora cuoce libero.
Sarà parte del pranzo di giorno 1. La mia soddisfazione.

Oggi è il compleanno di Vera. A volte la prendo un po’ in giro per la sua età (ha 11 anni più di me), ma in realtà non sento la differenza. Anzi, lei è così candida, così pura che sembra non essere stata contaminata dal tempo che passa.
Lei non lo sa, ma per quando ci vedremo, cioè nel w.e. del capodanno, le farò trovare una torta con tutte le candele sopra (ammesso che ci entrino tutte)!
Le farò trovare le pantofole e uno spazzolino da denti (da lasciare a casa mia), le preparerò un bagno caldo e luci soffuse e musica classica, accenderò il camino e potrà leggere beata seduta sul divano posizionato li davanti…La mattina dopo le porterò la colazione a letto… E a pranzo…Tortaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Se vi è salita la glicemia di botto chiedo perdono. Ma la vedo cosi poco che a volte sento l’esigenza di coccolarla in modo speciale.

ps: quando sarà tutto pronto scatterò altre foto

Read Full Post »

Vagando sul web, oggi ho trovato questo decalogo di luoghi comuni…beh che dire…svisceriamolo un po’:

 

La maggior parte delle lesbiche:

  1. adora giocare a biliardo..non ho idea di come si giochi
  2. adora Wonder Woman…per carità era una bella donna…ma da qui ad adorarla...
  3. beve la birra Corona o Heineken o Red Bull mischiato a qualche alcolico o le vodke alla frutta (postulato: la maggior parte delle lesbiche beve troppo)..sono quasi astemia. Mi fa male anche lo sciroppo per la tosse
  4. canta bene…sono stonata come una campana
  5. è brava col “fai da te”…magari!
  6. è cresciuta tra macchinine telecomandate e pistole…qualche pistola si…ma le macchinine erano noiose
  7. è restia a rinunciare alla comodità per seguire la moda, ma predilige una moda comoda!..sono camaleontica…oggi mini gonna domani tuta
  8. è simpatica e strafottente…questo si…anche irriverente
  9. fuma le Camel Light o il Golden Virginia…non fumo!
  10. gioca male a bowling (corollario: tira la palla da bowling con pollice indice e medio)..mai giocato  a bowling
  11. guardava Lady Oscar e/o Occhi di Gatto (possibilmente adorando una delle tre sorelle)…beh, questo si…
  12. guida benissimo…ma fatico un po’ col parcheggio all’americana
  13. ha un conto Bancoposta…non mi risulta
  14. ha un gatto e, se non ce l’ha, ama tutti i gatti indistintamente. Ho imparato ad amarli…
  15. ha una passione smodata per il caffè…non bevo caffè
  16. impazzisce per i musical…se sono capolavori si…altrimenti no…
  17. non ama le borse…insomma…dipende dalle borse
  18. non dirà quasi mai: “Ho fame/ho sete” ma: “Sono sudata come un maiale”. Io sono una signora…non parlo così. Uso parole ‘pesanti’ solo se arrabbiata da morire.
  19. porta i capelli tagliati molto corti e, possibilmente, scalati…anche qui…non mi rivedo
  20. porta il portafogli (da uomo) nella tasca posteriore dei jeans. assolutamente no
  21. porta l’orologio a destra...non porto l’orologio
  22. porta, oltre al classico anello al pollice, anche un anello al mignolo e uno al medio. Non porto anelli
  23. quando è a casa naviga in rete…chi non lo fa?
  24. riconosce marchio e modello delle automobili (mentre le etero le descrivono solo!)…ahahha per me sono tutte uguali..le descrivo cosi:’ hanno 4 ruote..sono lunghe, sono corte, sono nere…’
  25. riesce a vedere/cambiare il testo delle canzoni in maniera del tutto nuova, nel senso che cambia il sesso del/dei protagonisti al femminile in modo da stravolgere tutto il significato pur di leggerci qualsiasi riferimento saffico…questo credo sia dovuto al fatto che pochissimi autori scrivono per noi…
  26. se la tira in una maniera micidiale…me la tiro? non so…dipende…a volte si…
  27. si chiede a piè sospinto: “Ma ho il gay radar rotto?”…in passato me lo sono chiesta…poi ho affinato i sensi e mi sono resa conto che funziona.
  28. usa un BlackBerry (l’iPhone è per i gay, invece)..fino a qualche mese fa credevo che il BlackBarry fosse un giubotto
  29. vuole sentirsi indipendente. io SONO indipendente
  30. non aspetta altro che topic come questi per farsi due risate…esatto!

 

 

Read Full Post »

Non commento. Vi giro solo questo articolo:

Chi è quello lì? Dice che gli omosessuali non devono esistere! Forse non ho capito bene, dice che esistono, ma non hanno alcun diritto e non devono averne, perche gli unici ad avere diritti e a poter acquisirne maggiormente (essendo favoriti-agiati nella nostra società) sono coloro che creano la famiglia; e per famiglia intende l’accoppiamento d’un maschio e d’una femmina con la conseguente sfornata di bambini!

articolo su gionata.org

Read Full Post »

La mia salute non va molto bene…cerco di distrarmi, di non pensarci, ma ogni movimento diventa un’impresa titanica. …e la mia Vera è troppo lontana.

L’altro giorno riflettevo sul fatto che ci siamo conosciute virtualmente a fine gennaio…e da allora non è passato giorno senza sentirci, in un modo o  in altro…all’inizio ci scrivevamo email, fremevamo per trovarci in chat, poi al telefono.

Lei mi ha ridonato la pace che avevo perso. Lei mi ha fatto ricredere sulla verità dell’amore, che esiste ancora, che è difficile magari da gestire e da vivere, ma c’è. A volte ci ritroviamo a ‘fantasticare’ sulla nostra vita insieme. Un lavoro che ci permetta di vivere dignitosamente senza troppo stress, una casetta piccola ma non troppo dove vivere insieme e un comodo divano per scambiarci le coccole a fine serata. Lei mi dice che quando vivremo insieme le verrà più semplice mangiare vegan…e questa cosa mi fa sorridere perchè le ho fatto leggere qualcosa…ma non le ho mai chiesto di diventare vegana…al massimo le ho proposto di provare a mangiare vegetariano.

In questi giorni pieni di acciacchi vorrei tanto averla qui e poter stare tra le sue braccia, con la testa sul suo morbido seno. Che donna meravigliosa che è! Fisicamente toglie il fiato…ha delle linee morbide…due occhi puliti e una bella testa che ragiona. Io sono così fiera di lei!

Vorrei tanto che ciascuno di voi la conoscesse perchè è davvero un bel tipo…chissà magari un giorno…se passate di qua…

Read Full Post »

Older Posts »