Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘spesa’

Volete che i conti nelle vostre tasche inizino a quadrare nonostante ‘la crisi’?


Ecco alcuni consigli:

  1. invece di uscire sempre in macchina anche per andare a comprare le sigarette…O per fare una passeggiata, uscite a piedi.
  2. Invece di tenere il pc sempre acceso, anche quando siete fuori casa, spegnetelo. Spegnete anche tutti gli elettrodomestici invece di lasciarli in  stand by e staccate tutte le spine che non servono, attaccandole solo quando serve.
  3. Provate a conservare gli scontrini di ogni acquisto di tutto il mese, segnate tutto, anche che avete comprato una caramella di 10 cent. Vi aiuterà a capire cosa fate dei vostri soldi.
  4. Imparate a fare colazione a casa piuttosto che farla al bar. Preferite una cena in casa con amici anzichè una serata in pizzeria.
  5. Fumate meno. Iniziate ad autoprodurre. Volete la pizza? Fatela voi..Con meno di 5 euro mangiate in 4! Volete lo yogurt? Con una stupidissima spesa di 14 euro comprate una yogurtiera e lo preparate …Anzi si prepara da se.
  6. Fate la spesa settimanale…Cercando di programmare bene cosa cucinare, in modo da evitare gli sprechi. Comprate solo quello che vi serve.
  7. Prendete la sana abitudine di consumare più legumi. Mezzo chilo di legumi costa circa un euro (biologico)…E, per avere un apporto di proteine, ne basta una, due porzioni (1 porzione è circa 30 gr.)…La carne invece costa almeno 7/8 euro al chilo…
  8. Controllate che in casa non ci siano perdite di acqua. Qualcuno dirà:’cosa saranno mai 4 gocce d’acqua’…Bene io vi dico che quattro gocce non sono nulla…Ma 4 gocce ogni giorno per 365 gg sono ‘soldi’. La stessa cosa per gli spifferi. Controllate che gli infissi siano a posto…Altrimenti si rischia di far disperdere il calore di casa. Evitate poi di tenere i riscaldamenti sopra i 20°. Preferite invece mettere un maglione più pesante. Tante piccole attenzioni che a fine mese (e a fine anno) fanno la differenza.

Provate, proviamo.

Annunci

Read Full Post »

Reduce da un campo scout sono amareggiata per il troppo spreco in cucina. Credo si sia smarrito il senso di sobrietà e non si abituano i bambini al rispetto del cibo e soprattutto non si aiutano a frenare l’ingordigia.

Come puoi preparare un chilo di pasta per sei bambine e due adulte più cotoletta, insalata, pane e frutta? Non è un tantino troppa la pasta? Ovviamente quasi tutta la pasta è finita nella spazzatura alla faccia della fame nel mondo. E’ necessario anche un secondo piatto? Non bastavano un buon primo e l’insalata?

Quanto latte sprecato la mattina a colazione! Quante volte ho sentito dire: ” ne voglio ancora” per poi essere lasciato nel bicchiere. Tutto questo mi fa rabbia!!

Io sono per la programmazione giornaliera:

– 1 bicchiere di latte e un tot di biscotti  spesa

– 1 tot di pasta e un tot di insalata

– 1 tot di proteine e un tot di insalata

Ovviamente qui sto tralasciando volutamente il fatto che questi bambini abbiano consumato proteine animali 6 volte al giorno. Mi fermo allo spreco.

Mi chiedo come sia possibile perdere il controllo! Ogni pezzo di pane, ogni grammo di pasta che viene buttato è un affronto a quelle persone che non hanno nulla, ma anche un affronto a chi stenta ad arrivare a fine mese. E poi è un costo immane! Giusto un esempio: il prosciutto cotto è stato pagato a 14 euro e più al kg.

Mi chiedo cosa si possa fare per invertire questa rotta, per arginare questo spreco.

Read Full Post »

Ed eccoci qua a parlare di…consumi, risparmi, esigenze e sprechi. E’ risaputo viviamo nell’era del consumismo, del tutto e subito, del “più consumi più sei felice”. Ma dove ci porta tutto questo? Cosa ci insegna e cosa ci lascia dentro?

Ormai il nostro paradiso è il centro commerciale: entri e compri e corri e mangi al Fast Food…vai per rilassarti e invece fai tutto di corsa!

Entriamo al supermercato e usciamo con carrelli stracolmi di ‘offerte’ e di cose o alimenti non necessari.  Attenzione: non parlo per gli altri, parlo per me (frase del caro don Luciano di Palermo). Se avessi una carta con credito illimitato comprerei di tutto.

Ma quali sono le cose superflue che acquistiamo e che non sono proprio necessarie?  …tanti detersivi sono pressoche inutili (vedi sbiancanti) e poi le merendine, le bibite, le patatine, i cibi pronti…ma la lista è proprio lunga.

Un consiglio che mi do e che vi do: prima di andare a fare la spesa facciamo un resoconto di quello che abbiamo in casa. Se abbiamo ancora in casa 8 kg di pasta forse non serve comprarne altri 8. Pianifichiamo nei limiti del possibile la settimana, abbozzando un menu giornaliero o comunque settimanale e diamoci un badget per ogni pasto (vi garantisco che aiuta).

Invece di trascorrere ore ed ore in un centro commerciale…e fare spesso tanta fila con la macchina per e dal centro, mettiamo in moto il cervello e creiamoci dei diversivi. Un giorno potremmo andare al parco. Un giorno potremmo invitare degli amici a giocare a carte. Un giorno potremmo andare a trovare lo zio anziano che non vediamo mai. E nei giorni di pioggia? beh…potremmo imparare ad autoprodurre i detersivi o fare le conserve, preparare la torta per la colazione  o fare un puzzle tutti insieme!

Diciamoci la verità…acquistare sempre, impulsivamente, ci rende sempre tristi (dopo l’adrenalina del primo momento)…altro consiglio: quando vediamo una borsa bellissima e vogliamo comprarla ORA, chiediamoci se nell’armadio non ce ne siano già altre magari simili…e chiediamoci ancora se è davvero necessaria. Io spesso mi chiedo se quella cosa mi è necessaria o se mi serve per appagare le mie frustrazioni.  Quando mi accorgo (quasi sempre) che serve a questa seconda opzione, mi faccio un pò di violenza e vado via.

Non è vero che tutto serve. Risparmiare, non sprecare, si può. basta volerlo.

Read Full Post »