Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘seitan’

Mi tocca vero?…Anche io devo scrivere qualcosa sull’anno appena trascorso e su quello che verrà. Ma devo proprio?? Ok, ok…Lo faccio.

Il 2011 è stato un anno interessante sotto tanti aspetti: ho conosciuto Vera, mi sono laureata…E queste due cose insieme hanno iniziato a farmi vedere la vita in modo diverso. In quest’anno appena trascorso ho capito che la vita è un gran casino. Prima vivevo nel mondo delle fiabe. La vita invece è fatta di bollette da pagare, di iva che aumenta. La vita è fatta di scelte. Stare con Vera è una scelta forte…Decidere di voler costruire insieme qualcosa fa tremare le gambe.
Ci sarebbe da farsi venire un attacco di panico se non fosse per … Erbaviola. Già già…Quella tipa col visino da angioletto che quando s’incazza …Signur! te ne puoi scappare.
Cos’ha fatto e cosa fa per non farmi venire attacchi di panico?? Ha scritto ‘scappo dalla città’ e mi ha fatto capire che la vita non è fatta solo di consumi, di denari spesi, ma di tanto altro. Certo è vero che se io risparmio con l’autoproduzione e poi mi aumentano le tasse non è una cosa simpatica…Però io sono ottimista…Io credo che le cose per me andranno bene…Davvero bene.

In quest’anno trascorso ho detto addio a tante persone che credevo fossero amiche. Persone che credevo serie ed equilibrate, con padronanza dei propri pensieri. Persone coerenti e radicali (visto che sbandierano di esserlo). Ho detto loro addio perchè non mi interessa avere attorno ‘gentaglia’.

Per questo nuovo anno che è appena iniziato ho una serie di buoni propositi:
1) non avere aspettative nei confronti di altri che non siano me stessa e, in questo caso, ragionare ‘a step’ e non pretendere miracoli dalla mia testolina.
2) incrementare le mie porzioni di frutta.
3) incrementare l’attività fisica.
4) diventare più ordinata (almeno un pochino)
5) dare un taglio col passato e metter via tutto il superfluo e le cianfrusaglie
6) dedicarmi di più alla lettura
7) imparare a contare fino a 31 prima di aprire bocca.
8) smettere di lamentarmi della stupidità della gente.
9) ringraziare tutte le persone che mi amano, mi stimano e mi sopportano.
10) non rompere sempre le scatole alla mia Vera con domande fisse tipo ‘mi ami?’

sono dieci semplicissimi punti. Posso farcela! 🙂

ma ora andiamo avanti e parliamo di questo fine settimana trattino fine anno assieme a Vera. È arrivata ieri, dopo sei ore di viaggio. Tesoro mio, neanche vivesse chissà dove! Abbiamo trascorso la serata giocando con la kinect assieme ai miei genitori (eheh esatto). Colazione a letto ecc. Come avevo pensato…Solo il bagno caldo non è stato possibile per ragioni di tempo…
Abbiamo trascorso delle ore molto semplici e belle…Semplici e belle come noi!

Di seguito la foto delle mie scaloppine di seitan ai funghi. Perdonate la foto, è proprio orribile, ma non ho saputo fare di meglio.

Prima di salutarvi desidero dire ancora una volta che il cardinale paolo romeo ha perso l’ennesima occasione per stare zitto. È grazie a questa gentaglia che la gente soffre e resta imbrigliata in ragionamenti privi di fondamento scientifico e naturale..

Annunci

Read Full Post »

La cucina economica è accesa da un pezzo. Continuo a metter legna per mantenerla ad una temperatura alta. La pentola con il mio seitan autoprodotto numero 3 bolle.
Mi sto affinando nella preparazione.
La farina manitoba l’ho comprata euro 1, 09, (un chilo), la farina di grano duro sarà costata 20 centesimi (mezzo chilo, ma ne ho comprati 5 chili direttamente al mulino).

Stamattina ho preparato l’impasto.

Ho impastato una decina di minuti. Poi ho coperto questa enorme palla con dell’acqua e l’ho lasciata riposare circa 3 ore.

Solo dopo ho iniziato il processo di ‘pulitura’ sotto l’acqua. È la parte più stancante (viste le mie condizioni attuali), ma va bene cosi.


Ho messo tutto in un panno, e via a cuocere con brodo vegetale e salsa di soya.
Adesso è li che cuoce…durante la prima quasi ora il panetto è stato arrotolato, dopo l’ho tirato fuori e ora cuoce libero.
Sarà parte del pranzo di giorno 1. La mia soddisfazione.

Oggi è il compleanno di Vera. A volte la prendo un po’ in giro per la sua età (ha 11 anni più di me), ma in realtà non sento la differenza. Anzi, lei è così candida, così pura che sembra non essere stata contaminata dal tempo che passa.
Lei non lo sa, ma per quando ci vedremo, cioè nel w.e. del capodanno, le farò trovare una torta con tutte le candele sopra (ammesso che ci entrino tutte)!
Le farò trovare le pantofole e uno spazzolino da denti (da lasciare a casa mia), le preparerò un bagno caldo e luci soffuse e musica classica, accenderò il camino e potrà leggere beata seduta sul divano posizionato li davanti…La mattina dopo le porterò la colazione a letto… E a pranzo…Tortaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Se vi è salita la glicemia di botto chiedo perdono. Ma la vedo cosi poco che a volte sento l’esigenza di coccolarla in modo speciale.

ps: quando sarà tutto pronto scatterò altre foto

Read Full Post »

E anche questo natale è passato. Per fortuna. Ho ricevuto una serie di sms di auguri ‘seriali’, odiosissimi e altri che mi hanno fatto proprio arrabbiare. Qualcuno iniziava con ‘buon natale sorellina’. Sorellina??? Ma se sono quasi due anni che non ti sei interessata minimamente a me!!! Sorelle di cosa? Io ho due sorelle di sangue che la vita mi ha donato. Poi la fraternità spirituale ho capito che è una grande stronzata.
Quel ‘siamo sorelle, crediamo nello stesso ideale’, oggi mi fa arrabbiare. Non è vero. Non è vero. Non è vero.
Io e la mia Vera, per fortuna, la vediamo allo stesso modo e, ieri, non ci siamo scambiate nemmeno gli auguri.

In questi giorni ho approfittato del fatto di non dover uscire per delle faccende, per fare esperimenti in cucina. Si lo so: dovrei scattare delle foto. In verità attendo di affinarmi nelle ricette prima di postare delle foto-prova.

L’altro giorno ho preparato il seitan. L’ho fatto quindi per la seconda volta. È venuto meglio della prima anche se non saprei dire il perchè. Ne ho cucinato mezzo al forno con le patate. Buono. E l’altro mezzo ne ho fatto scaloppine ai funghi. Sublime!

La preparazione ‘prende’ tempo…Ma si risparmiano un sacco di soldi. La soddisfazione personale poi non ha prezzo.

Oggi invece ho preparato dei chapati. Da tempo guardavo la foto del topo che ne gustava un pezzo. Mi sono decisa quindi, e ho iniziato ad impastare. Anche qui…Lo so, perdono…Le foto. Che dire: di semplicissima preparazione e buonissimi!!!!
Ne ho mangiato uno caldo, con del tahini e dell’insalata verde.

È un’ottima soluzione per evitare di mangiare lieviti, e anche per presentare qualcosa di leggero magari in un buffet di antipasti.

Impastare, spianare, spadellare…Tutte cose che mi rendono felice. Ora capisco il senso sei lavori manuali per migliorare le situazioni di stress e depressione.

Read Full Post »

Ancora tanta gente è convinta che i vegan ( ma anche i vegetariani) siano persone modaiole, snob, benestanti e nulla facenti. Niente di più sbagliato ( o meglio ci sono…ma non sono la maggioranza). Chi ha fatto la scelta di andare controcorrente e nn nutrirsi di animali è caratterizzato da forte motivazione volontà…tanta volontà. Ma non sto qui a far discorsi teorici, quel che desidero oggi è portare un tocco di concretenza!

All’inizio anche io mi chiedevo cosa mangiassero i veg, poi piano piano…mi si è spalancato un mondo dinanzi ai miei occhi.

Qualcuno obietta che i piatti veg siano di difficile preparazione. SBAGLIATO. O meglio, ci sono i piatti elaborati ( ma questi li troviamo anche nella dieta onnivora), ma li facciamo quando possiamo. E’ vero, il seitan e il tofu costano, ma non sono la base della nostra alimentazione. Io, per esempio, in quasi nove mesi di alimentazione veg, ho mangiato il seitan solo due volte.

La nostra alimentazione è costituita da frutta fresca o secca, verdure, cereali, semi. Per avere un’alimentazione varia, sana e colorata, basta seguire i ritmi delle stagioni!

E’ vero, la preparazione dei legumi e dei cereali in chicco ‘prende tempo’ ma io ho risolto cosi: preparo dei pentoloni di legumi nei giorni in cui sono più libera, poi li divido in porzioni e li metto in freezer. I cereali, basta metterli in ammollo la sera per il giorno dopo. Certo, arrivare e schaffare una spinacina in padella è molto più semplice e veloce, ma credo sia anche importante ‘educarsi’ e non farsi travolgere dai quattro salti in padella. Il nostro palato ha bisogno di riscoprire i sapori che oggi sono camuffati dietro ai sapori artificiali.

I costi? Facciamo un esempio: mezzo chilo di carne costa sulle 5 euro e sono circa 4 fettine. Mezzo chilo di fagioli azuki biologici costano meno di due euro. Una porzione equivale a 60 gr. in totale 8 porzioni. con meno di due euro avrete quindi 8 porzioni. Frutta e verdura? Lo sappiamo, comprare Bio non è sempre facile, ma esistono i mercati rionali. Si compra bene e si spende relativamente poco. La forza dei vegan non sono i soldi o il tempo, ma la forte motivazione.

 

Read Full Post »

400 grammi di spaghetti
tre o quattro fettine di affettato di seitan
mezzo panetto di tofu fresco
una cipolla media
mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva
zafferano
sale
pepe o zenzero

Mettere l’olio nella padella con la cipolla affettata molto finemente, aggiungere l’affettato di seitan tagliato a quadretti di un centimetro e lasciare imbiondire la cipolla.
Sbollentare il tofu (quattro minuti), scolarlo, schiacciarlo e lavorarlo con una forchetta, aggiungere lo zafferano e amalgamare (deve risultare asciutto e granuloso e di colore giallo – come se fosse uovo.
Aggiungere il tofu nella padella e lasciare isaporire per un minuto aggiungendo lo zenzero.
Scolare gli spaghetti e condire.

Read Full Post »