Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘nonni’

I nonni

La scorsa settimana, in modo inaspettato, è morto mio nonno. Elaborare un lutto non è mai facile, ancor di più se la persona in questione ti ha fatto da padre…più che da nonno.

Era uno cocciuto. Come me. Chiacchierone. Come me. Non stava mai fermo. Come me. Generoso. Come me. Sempre disponibile. Come me.

Capite perchè mi mancherà tanto?

nonni-arzilli

Annunci

Read Full Post »

Mia nonna ha 75 anni ed è sempre stata un tipo un po’ svampito. Le dici una cosa e ne capisce un’altra. Ti fa ripetere i concetti 100 volte e quando sembra che ha afferrato il concetto…no, di nuovo ti chiede la stessa cosa.

Qualche tempo fa le chiesi se sapeva di chi fosse ‘la splendida villa’ che c’è in fondo a quella data strada e mi rispose: ‘ora è vecchia, era una maestra…dicono sia esbica’. Le dico allora che si dice lesbica e lei risponde: ‘si vero, esbica è quella della tv’. ( Aida Yespica ndr 🙂

Oggi mi telefona mia zia e mi dice: ‘sai che mi ha detto la nonna l’altro giorno?’ e comincia con il racconto.

” Mah, sai che penso? che XX stia con Vera…mah, ma secondo te stanno insieme? Certo, se la natura è quella che possono farci? E poi…mica possono stare da sole, una compagnia ci vuole…se la natura è questa…almeno si fanno compagnia’.

Io sono rimasta senza parole. Ha fatto un discorso così lineare che non c’è altro da aggiungere.

gay-pride-770x513

Read Full Post »

Ebbene si, sono nuovamente qui. A volte penso che dovrei scrivere di più…magari un pezzo al giorno, ma perdonatemi: senza ispirazione non riesco. Io scrivo di pancia, lascio scorrere le dita sulla tastiera come un musicista sul suo pianoforte. Scrivo solo se ho forti emozioni che non riesco più a tenere dentro, che straripano e non mi fanno respirare.

Oggi è uno di quei giorni.

Da dove comincio? …vediamo vediamo vediamo…ecco comincio da qui:

Da un po’ di tempo sento che qualcosa nella mia vita non funziona. Cosa? I rapporti sociali. Ho notato (o meglio ho aperto gli occhi) che i miei ‘cari amici’ in realtà non sono tali. Nell’ultimo anno ho perso tanta gente per strada. Troppa. Qualcuno si è allontanato appena saputo che, se mi innamoro, mi innamoro di un cuore di donna. Qualche altro è così preso da se stesso che non mi cerca se non quando ha bisogno di qualcosa. Non vi nascondo la mia amarezza, il mio dolore. Confesso: mi sono sentita molto sola…e a poco son servite le parole della mia Vera per tirarmi su…

Tristissima fino a questa mattina. Si, oggi sono uscita con una di quelle amiche di vecchia data, quelle con cui si è vissuto un pezzo di semplice adolescenza. Non si usciva insieme dal 2006! Siamo andate al bar e poi a fare una passeggiata. Le ho raccontato di me, di Vera, della nostra vita, dei miei sogni, delle mie speranze. Lei mi ha detto che mi vuole bene, che importa questo e che FINALMENTE mi vede felice.

…e ti rendi conto che l’amicizia è un fiore così raro…

Ma andiamo ancora avanti. Oggi ho fatto la caponata con la mia nonna. Prima abbiamo dovuto stabilire chi era lo chef e chi l’aiuto (ha vinto lei uff) e poi con i nostri grembiuli abbiamo iniziato a lavorare. Purtroppo ho dimenticato di portare la macchina fotografica per fotografare i passaggi, ma PROMETTO che la prossima volta fotografo tutto. Siamo state ai fornelli dalle 14 alle 18…ma che divertimento!

Abbiamo preparato circa 15 barattoli da 250 gr.+ altri 6-7 più grandi. E alla fine…alla faccia della dieta…ho fatto una mega scarpetta con del pane fresco direttamente dalla pentola. Non sarà fine ma è molto godurioso di certo.

Mentre spadellavamo mi sentivo felice e tanto fiera…e poi le ho chiesto se mi insegna a fare la pasta. Lei mi ha detto: ‘in questi giorni la facciamo’ (si ok…le foto). Sono felice di poter condividere tempi e spazi con i miei nonni…sono un patrimonio inesauribile.

Alla prossima.

Ps: I barattoli della caponata sono ‘ a letto a riposare’ per qualche giorno. Appena li scopro li fotografo.

Read Full Post »