Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cucina vegan’

Una volta qualcuno mi disse:’ ma che schifo!’ …vedendomi mettere le dita nella scodella con i resti dell’impasto di una torta, o della crema pasticcera.

Sarà…farà pure schifo…ma SIGNORI MIEI!! E’ TERAPEUTICO!! mi provoca anche una specie di orgasmo…infilare le dita in quella crema soffice e gustosa e portarla alla bocca.

Dovete sapere che io non mangio nulla con le mani se non la pizza… mi da fastido toccare cibi unti ad esempio! Ma le creme…mmmm impazzisco!!

Oggi mi sono alzata presto perchè ‘a matinata fa a iurnata’ e ho rassettato tutta la casa! Domani pomeriggio arriva Vera, detta ISPETTORE IGIENICO SANITARIO DELL’ASL, e desidero che sia tutto in ordine. Non solo perchè poi rompe, ma anche perchè poi si mette a rassettare in modo frenetico e mi fa venire l’ansia!!

Oltre a lei, domani arriverà Chérie con un suo amico (?)  e dormiranno una notte qui da noi. E’ la prima volta che ospito un uomo a casa mia. L’idea mi fa un po’ schifo, ma per Chérie questo e altro.

Per loro ho preparato dei Vegan Muffin al cioccolato. Piccolini e stra buoni. E ho preparato anche delle banane molto rock, ricoperte di cioccolato extra fondente e della granella.

Ma vi scrivo perchè ho scoperto una cosa. Intanto ci tengo a precisare che sono una incline alle dipendenze, per questo mi tengo lontana da tante cose. Ho scoperto la crema di carciofi. L’ho comprato al supermercato qualche giorno fa, giusto per fare qualche panino in questi giorni di vacanza. Oggi l’ho assaggiato. BUONERRIMO!!!! Sto sbavando solo al pensiero. Anche Vera lo adorerà…visto che le piacciono molto i carciofi.

Ora sono le 15.36 e io sono sfinita, ko. Credo sia arrivato il momento di una sana e santa doccia e poi in mutande spaparacchiata sul letto con il ventilatore a palla. Immagine disgustosa, lo so, perdono.

Annunci

Read Full Post »

E’ con immensa gioia che vi presento la mia prima (dai la seconda) veg ricotta!!!

 

E’ più facile a farsi che a dirsi:

1 litro di latte di soia senza addizionati

3 cucchiai di aceto di mele

un cucchiaio raso di sale

un bicchiere d’acqua

mandorle (una manciata)

una fascella di quelle, appunto, per la ricotta

Mettere il latte in una pentola. Prima che inizi a bollire unire l’acqua e l’aceto precedentemente fatti riscaldare più il cucchiaio di sale. Spegnere il fuoco, mettere il coperchio e lasciare riposare (e cagliare) per almeno un’ora. Mentre aspettate tagliate grossolanamente le mandorle.

Dopo con una schiumarola o un colino a maglia stretta raccogliere dalla pentola i fiocchi e metterli nella fascella assieme alle mandorle precedentemente tagliate. Attendete che butti via l’acqua, lasciate raffreddare e mettete in frigo. Io la lascio 24 ore circa.

 

Perdonate le foto…ma non sono molto brava…in compenso le mie abilità in cucina aumentano.

Read Full Post »

Oggi giornata stancante, ma emozionante…ho incontrato persone care che non vedevo da qualche mese e mi sono emozionata per il loro sempre travolgente affetto nei miei confronti …

Oggi mi sono resa conto di quanto sia bello e importante costruire rapporti semplici, sinceri, leali. A distanza di anni scopro che quella tal persona si sente legata a me e mi stima perchè un giorno sperduto nei ricordi le ho prestato gli appunti senza neanche che me li chiedesse, o le ho fatto un bel sorriso…bisogna riscoprire i rapporti. E’ davvero la chiave di una vita felice.

Ma andiamo al tasto dolente…la mia alimentazione :-[

stamattina digiuno 🙂

a pranzo ho mangiato riso con melanzane grigliate, pomodori, mandorle e sesamo (lo so che è un pastrocchio…)

pomeriggio, mea culpa, granita al caffè…non prendo caffè ma al gelato e alla granita non sempre resisto.

cena: 3 pesche.

Mangio pochino…ma non riesco sempre ad ingozzarmi. Adesso ho un leggero languore, ma non ho la forza fisica per alzarmi e andare in cucina (anche perchè potrebbe essere pericoloso). Bevo un sorso d’acqua e amen. Domani è un altro giorno.

In tutto questo inizio a trarre giovamento dalle camminate mattutine. Basta poco per ri-attivare mente e corpo.  Vorrei anche  iniziare con i 5 Tibetani perchè, dicono, sia salutare 😉

La mia bella invece, mentre io mi dedico alla vita sana, mangia male e tanto…non ha controllo sulla sua alimentazione…e vive troppo distante da me per poterla aiutare praticamente….

Alla prossima

Read Full Post »

Sapete qual è il mio problema?? Io amo cucinare!!!!

Questa mattina, come ogni martedi sono andata a fare una bella camminata sostenuta, ma lo scirocco è stato un po’ antipatico…poi un frullatone con due banane, 4 pesche e mezzo litro d’acqua. Ho poi pranzato con mezzo melone cantalupo che a dire il vero non era proprio buono…

Nel pomeriggio, mea culpa, un gelato…e poi mi sono messa a spadellare:

Ho preparato le melanzane di Stellavegan, un’insalata di carote, patate, pomodoro e piselli + una bella farifrittata con le patate….

sono una vergogna vegan!

Read Full Post »

conchiglioni

granulato di soia

pomodoro

mozzarisella

pangrattato

olio

spellare e tagliare a piccoli pezzi il pomodoro. Tagliare la mozzarisella a cubetti. Preparare il granulato di soia come indicato sulla busta.

Dopo di che: cuocere i conchiglioni e scolarli stando attenti a non farli né scuocere, né attaccare tra di loro. Mettere in una scodella il pomodoro, la soia e la mozzerisella. Quando la pasta è fredda tanto da poterla maneggiare, prendere i conchiglioni uno per volta e riempirli con il composto che c’è nella scodella. Passarli nell’olio, poi nel pangrattato e friggere…da mangiare caldi…che bontà!!!

Read Full Post »