Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘AttivaMente’ Category

Tempi duri sotto tanti aspetti. Qualche giorno fa una mia conoscente ha detto: ‘ tutti questi problemi di salute miglioreranno quando ti assesterai con il lavoro e Vera verrà a vivere qui’.

MA DAI?? DICI SUL SERIO?

Certo che lo so che lo stress accentua tutto!!!

Questi ultimi mesi sono stati davvero duri. Ho un sacco di problemi di salute e il lavoro manca. Sono 4 mesi che sono ferma e il mio libretto postale ha detto ZERO da due settimane.

A volte sento che un forte peso mi opprime il petto. Ho avuto paura di non trovare una via d’uscita. Credo che tutto questo caos sia dovuto al fatto che sto crescendo e che non riesco a gestire queste situazioni di stress. Essere adulti non è facile come credevo. Ho un sacco di responsabilità.

Che fare? Ho deciso quindi di rimodulare la mia vita. Sappiamo che i tempi del posto fisso che fa dormire sonni tranquilli è finito e che dobbiamo inventarci qualcosa. Ho provato, ho iniziato con un progetto che però stenta a decollare. Allora perchè non provare a portare avanti anche un altro progetto in contemporanea? Avendo un discreto tempo libero ho deciso di iscrivermi ad un corso per aiuto cuoco. Si, lo so. E’ un corso dove si cucina tutto…ci sarà da soffrire ma per me, in questo momento, è l’unico modo per poter accedere alle cucine dei ristoranti. Avrò modo di uscire e di incontrare gente. Spero di superare la selezione e di buttarmi in questa nuova avventura.

Sul versante salute ho un punto interrogativo che si chiama CELIACHIA. Stiamo cercando di capire se è lei o qualche altra cosa che mi sta tartassando lo stomaco.

Ho poi una cosa su cui riflettere. La mia psicologa mi ha chiesto se ho voglia di partecipare a qualche incontro per studenti della scuola superiore, per dar loro la possibilità di un confronto con l’omosessualità nella quotidianità delle piccole cose. Lo farei subito ma non essendo ‘dichiarata’ con i miei (anche se credo abbiano capito tutto) non so quanto sia possibile mettermi ad incontrare scolaresche nel comprensorio. Ci penso ancora un po’.

Annunci

Read Full Post »

Una volta qualcuno mi disse:’ ma che schifo!’ …vedendomi mettere le dita nella scodella con i resti dell’impasto di una torta, o della crema pasticcera.

Sarà…farà pure schifo…ma SIGNORI MIEI!! E’ TERAPEUTICO!! mi provoca anche una specie di orgasmo…infilare le dita in quella crema soffice e gustosa e portarla alla bocca.

Dovete sapere che io non mangio nulla con le mani se non la pizza… mi da fastido toccare cibi unti ad esempio! Ma le creme…mmmm impazzisco!!

Oggi mi sono alzata presto perchè ‘a matinata fa a iurnata’ e ho rassettato tutta la casa! Domani pomeriggio arriva Vera, detta ISPETTORE IGIENICO SANITARIO DELL’ASL, e desidero che sia tutto in ordine. Non solo perchè poi rompe, ma anche perchè poi si mette a rassettare in modo frenetico e mi fa venire l’ansia!!

Oltre a lei, domani arriverà Chérie con un suo amico (?)  e dormiranno una notte qui da noi. E’ la prima volta che ospito un uomo a casa mia. L’idea mi fa un po’ schifo, ma per Chérie questo e altro.

Per loro ho preparato dei Vegan Muffin al cioccolato. Piccolini e stra buoni. E ho preparato anche delle banane molto rock, ricoperte di cioccolato extra fondente e della granella.

Ma vi scrivo perchè ho scoperto una cosa. Intanto ci tengo a precisare che sono una incline alle dipendenze, per questo mi tengo lontana da tante cose. Ho scoperto la crema di carciofi. L’ho comprato al supermercato qualche giorno fa, giusto per fare qualche panino in questi giorni di vacanza. Oggi l’ho assaggiato. BUONERRIMO!!!! Sto sbavando solo al pensiero. Anche Vera lo adorerà…visto che le piacciono molto i carciofi.

Ora sono le 15.36 e io sono sfinita, ko. Credo sia arrivato il momento di una sana e santa doccia e poi in mutande spaparacchiata sul letto con il ventilatore a palla. Immagine disgustosa, lo so, perdono.

Read Full Post »

Il mio lungo silenzio porta con se tanto dolore e smarrimento. Un buco nero di cui però non voglio parlare. Voglio solo condividere con voi il Palermo Pride 2013. Pride Nazionale. Circa 150 mila persone.

E’ stata un’emozione fortissima. Io e Vera, assieme a tutta quella gente che come noi crede fermamente che un futuro migliore non solo sia possibile, ma è già attuabile. I tempi sono più che maturi.

Più e più volte mi sono commossa. Non sono sola. Non siamo soli! E’ stata una splendida festa…tutti diversi e tutti uguali!

In questa occasione ho potuto appurare che… Barbara Vecchietti e Daniela Bellisario sono davvero due bellissime donne… più di quanto sembra in video o in foto…e viene voglia di food on the road 

Che Giuseppina La Delfa ha due splendidi bambini e una compagna bellissima (Raphaelle ha un fascino che non si descrive a parole). E il mio desiderio di adottare un bambino cresce e si alimenta nel mio cuore.

Che lo staff dell’evento è stato straordinario. Tutta la mia stima!

Che la gente ha voglia di libertà piena, di gioia…

Che l’Italia è pronta al grande salto…

5905_10200761775559699_1194553990_n

 

 

Read Full Post »

C’è crisi, c’è crisi. Ce l’hanno detto così tante volte che ci stiamo davvero credendo. Ho trascorso giorni in piena ‘depressione’. In crisi. Smarrita. Ho perso un altro lavoro e a fine maggio, se le cose non cambiano, sarò nuovamente disoccupata. Ho speso tutte le energie e i miei risparmi degli ultimi due anni, uniti ai sacrifici di Vera e ora è come se tutto stia per finire. Non è facile pensare che è tutto finito o che può finire davvero e che devo ricominciare tutto da capo. Quando sembrava che stessimo per spiccare il volo insieme, mi ritrovo senza lavoro e salta tutto. Se non cambiano le cose entro qualche mese, dovrò preparare la valigia di cartone e andare alla ricerca di un lavoro.

Quindi dicevo, dopo un paio di giorni di TOTALE smarrimento, mi sono detta: Ehi vita, tu vuoi fregare me?? VUOI FREGARE ME?? guarda che non te lo permetto!!!

Mi sono quindi detta che approfitterò di questi primi giorni ‘vuoti’ di lavoro remunerato, per dedicarmi a:

  • produzione di assorbenti di stoffa (finalmente)
  • produzione di sapone per lavatrice
  • lisciva
  • pulizie straordinarie

Nel frattempo cercherò di trovare una soluzione per questa storia del lavoro. Ah in tutto questo ho comprato dei vasi per piantare la mia prima lattuga. Sperom!!!

Read Full Post »

M. è un bambino di 9 anni. Biondo, occhi azzurri. Nove anni ma dal fisico sembra ne abbia almeno 11. M. ha un ritardo mentale profondo. Non parla, non sta in piedi, porta il pannolino, gattona alla velocità della luce. Non parla, non ha alcun tipo di autonomia, ma con i suoi occhi ti apre al suo mondo. Ho trascorso con lui un intero pomeriggio. Giocava, ma aveva sempre quel viso serio, sembrava non vivesse alcuna emozione. Poi mi sono seduta a terra a giocare con lui. Lui, come un bambino si è seduto in braccio a me e ho iniziato a cantare ‘il coccodrillo come fa’…ad un certo punto, come un lampo, un gran sorriso e un battito di mani.

Grazie M.!!

Dopo i primi due esperimenti non avevo più preparato la ricotta di soia. L’altro ieri mi sono detta: ‘ Perchè no?’. Più si sperimenta e meglio vengono le cose. Si acquisisce competenza, si imparano i tempi. Sempre con il solito procedimento , ma con una variante: il tempo di riposo che permette di cagliare. Ho lasciato riposare in pentola per più di mezz’ora, e appena alzato il coperchio mi rendo conto che la scelta di temporeggiare era azzeccata. Ho tirato fuori tutti i fiocchi, ho aggiunto un altro cucchiaio di aceto di mele e ho rimesso sul fuoco. Stesso procedimento. Risultato? Due ricottine da 100 grammi cad. La prossima volta lascerò per un’ora e vediamo che succede.

 

Dopo aver seguito la puntata di Geo& dove Grazia Cacciola parla di come piantare le patate nel sacco di iuta, ho voluto provare. Mi sono armata di volontà e dell’occorrente e ho messo le mie patate germogliate sotto terra. Mettevo l’acqua con lo spruzzino, come suggerisce Grazia e aspettavo. Stavo sempre li a guardare. Sembrava non essere andato in porto questo primo esperimento fin quando un giorno mi sono spazientita e ho iniziato a mettere acqua con una bottiglia, mettendone evidentemente più di quella che mettevo con lo spruzzino. Un bel giorno…vedo spuntare le prime foglie!!!

Ogni mattina e ogni sera vado a controllare che le mie piccole stiano bene…magari non produrrò tante patate, ma questa è già una conquista per me.

E ora vi mostro due vasetti:

Un giorno chiesi a nonna come si faceva a piantare il rosmarino. Mi diede due rametti e disse: mettili nella terra e poi le annaffi. Fedele alle parole di nonna ho eseguito…ma quei due rametti si sono appassiti. Li guardavo afflitta e mi chiedevo dove avessi sbagliato. Anche qui una mattina guardo il vaso e vedo che quei due rami secchi stavano portando delle novità!!! Avevo quindi questo bel vasetto di rosmarino quando mi accorgo che sta spuntando altro senza che io l’avessi piantato: questo splendido fiore di cui ignoro il nome, del basilico e quella piantina viola (anche qui sconosco il nome). Magari non sarà bellissimo da vedere questo vaso ma io sono davvero felice!

Ed ecco qui il mio basilico, assieme ad un’erba non meglio identificata. Nonna l’ha classificata semplicemente ‘erbaccia da strappare’, ma a me piace e non da fastidio a nessuno 🙂

Per finire…vi faccio vedere cosa si vede da un angolo del mio balcone. Passo e chiudo

Read Full Post »

 

Non ditelo alla mia Vera…ma mi sono innamorata di questa Giulia Anania! *_*

Questa canzone è bellissima, e anche lei non è niente male. Ascoltandola mi è venuta voglia di rimettermi a scrivere. Chissà…

Ma torniamo alle cose serie: la mia percentuale di frutta sta aumentando e anche la percentuale totale di crudo. Per esempio oggi ho mangiato: una banana, tre kiwi e una mega insalatona…e ancora continuerò con altri kiwi e poi un frullatone con banane e pere. Dite che stanno bene insieme?? Vi farò sapere. Domani farò digiuno. E anche qui…vi aggiornerò.

Da quando ho diminuito notevolmente i cereali (e parlo di pane e pasta raffinati) sono più sgonfia. Chissà che quella del crudo sia la strada giusta da imboccare.

In tutto questo, io e la mia Vera stiamo vivendo un momento intenso. Bello, intenso e pieno di paure…

(non diciamolo a voce alta…tra un annetto o forse meno…potremmo andare a vivere insieme…shhhhhh)

 

Read Full Post »

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »